Castagnaccio toscano

2013-10-27
  • Dosi per : 4
  • Tempo Preparazione : 20m
  • Tempo Cottura: 35m
  • Pronta in : 1:30 h

Il castagnaccio toscano è il classico dolce di questo periodo dell’anno… Essendo una grande amante delle castagne in tutte le loro forme, arrosto da mangiare in un boccone, lesse da mangiare col cucchiaino e sotto forma di marmellata e, come ben ricorderete, della frutta secca,  il castagnaccio è per me un connubio di  buoni sapori: pinoli, uvetta, castagne e il tocco magico, particolare e inaspettato del rosmarino. Ricordo che da piccola, quando mia nonna preparava la marmellata di castagne, era una vera festa e un barattolo finiva nel giro di 3/4 giorni… Questa domenica però alzo le mani e lascio mettere le mani in pasta a chi di castagnaccio toscano se ne intende alla grande: il mio ragazzo :-)

Quando Eleonora mi ha chiesto di scrivere la ricetta di questa domenica in merito al tipico castagnaccio toscano la prima cosa che ho fatto è stato alzare il telefono e chiamare mia nonna che è un’autentica toscana come ormai non se ne trovano più. Il castagnaccio in se è un dolce facile e rapido da fare però qualche piccolo segreto me lo ha svelato per renderlo ancor più unico e buono.

Vi dico anche un trucco che mi ha svelato, ma che non ho potuto applicare per mancanza di materiale, che renderà il vostro dolce ancor più prelibato, ovvero usare una teglia di puro alluminio. In questo tipo di teglia infatti la farina di castagne cuoce ancora meglio rispetto alle teglie di ultima generazione e da quel tocco in più unico al castagnaccio toscano.

Bando alle ciance però, è tempo di passare dalla teoria alla pratica quindi, amici delle torte accendete il vostro forno e preparate la frusta elettrica.

Ingredienti

  • 350 gr di farina di castagne
  • 100 gr di uvetta
  • 80 gr di pinoli
  • 1 rametto di rosmarino
  • 8 cucchiai di olio extra vergine d'oliva
  • 1 pizzico di sale
  • Da 0,5 a 1 litro d'acqua

 

Procedimento

Step 1

Mettere l'uvetta a mollo nell'acqua tiepida.

Step 2

Mettere gli aghi di rosmarino in una tazzina insieme a 4 cucchiai di olio extra vergine d'oliva.

Step 3

Setacciare la farina di marroni così da evitare il formarsi di grumi; aggiungere un pizzico di sale e lentamente aggiungere l'acqua e 4 cucchiai di olio extra vergine d'oliva.

Step 4

Mescolare il composto con la frusta elettrica fino ad avere un composto liscio e denso.

Step 5

Aggiungere l'olio con gli aghi di rosmarino e, continuando a mescolare, aggiungere 90 gr di uvetta rigorosamente strizzata e 70 gr di pinoli.

Step 6

Ungere la teglia e successivamente versarci il composto ottenuto che non dovrà esser più alto di 1 cm circa.

Step 7

Distribuire sulla superficie i pinoli, l'uvetta e gli aghi di rosmarino rimasti da parte. Prima di infornare versare un filo d'olio sulla superficie.

Step 8

Dopo aver pre-riscaldato il forno per almeno venti minuti, infornare il castagnaccio a 200° in cottura tradizionale (non ventilata) per 30/40 minuti circa.

Step 9

Il castagnaccio sarà pronto quando si sarà formata in superficie una leggera crosticina croccante.

Per ogni ulteriore chiarimento sulla ricetta del castagnaccio, come sempre, rimango a vostra completa disposizione. Mi potete contattare tramite email, oppure su facebooktwitter e google +.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Voti totali

(5 / 5)

5 5 4
Vota questa ricetta

4 persone hanno votato questa ricetta

Ricette simili:
  • crostata con crema di limone

    Crostata con crema di limone

  • Panna cotta al cocco con crema di lamponi

    Panna cotta al cocco con crema di lamponi

  • tiramisù alle pesche

    Tiramisù alle pesche

  • Torta all'arancia con marmellata

    Biscotti all’arancia con marmellata

  • Torta mele e cannella

    Torta mele e cannella

Licenza Creative Commons
Quest'opera di La Torta della Domenica è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
Based on a work at http://www.latortadelladomenica.it.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso http://www.latortadelladomenica.it.